SOLUZIONE: ransomware Teslacrypt 3.0

Teslacrypt è stato sconfitto

I criminali alla base del dannoso malware hanno reso pubblica la master key: tutti i file cifrati possono essere decriptati!

37

 

Attenzione, sabato 30 gennaio 2016 è stata lanciata una pesante campagna d’infezione tramite email con ransomware TeslaCrypt 3.0 verso utenti italiani. I file vengono criptati aggiungendo in coda le estensioni “.XXX”, “.TTT” e “.MICRO” e rispetto alle versioni di TeslaCrypt precedenti è cambiato il metodo con cui viene scambiata la chiave di cifratura. A differenza di alcune versioni di CryptoLocker e le vecchie versioni di TeslaCrypt.

Continua a leggere